Arriva Francesco Totti: festa grande alla Totti Soccer School (I VIDEO)

Giornata di chiusura delle Scuole calcio nel centro sportivo della Longarina alla presenza del Capitano, Francesco Totti

Festa di chiusura con il Capitano, Francesco Totti, alla giornata conclusiva della Totti Soccer School, la scuola calcio organizzata da Riccardo, fratello maggiore del campione, nel centro sportivo della Longarina di Ostia Antica. Sorpresa per i 350 bambini presenti e per i loro genitori.

GRAZIE FRANCESCO

Erano tutti emozionati i ragazzini che per tutto l’anno sportivo hanno seguito le lezioni della Totti Soccer School nelle diverse categorie, ben otto, suddivisi dai dai Piccoli amici di sei anni fino agli Esordienti di 13. Il Capitano si è concesso con grande disponibilità ai bambini, scherzando con loro e facendosi fotografare con simpatia.

La festa, iniziata alle 17,30 e conclusosi dopo due ore, è stata aperta dalla presentazione di un’associazione che opera negli ospedali Bambino Gesù e Sant’Eugenio per allietare i bambini malati e subito dopo, inatteso e non preannunciato, è arrivato sul campo Francesco Totti. “Sei stato, sei e rimarrai sempre un grande. Grazie Francesco” lo striscione con i quale i gruppi di bambini hanno chiesto di fotografarsi con il campione giallorosso.

Il Capitano, rivolgendosi ai bambini, li ha ringraziati per la passione che mettono nel gioco e ha preso un impegno. “Mi scuso se non sono stato molto presente finora – ha detto – Dal prossimo anno sarò più presente e cercherò di fare delle belle iniziative, soprattutto per loro che devono divertirsi nel giocare. Poi quello che riserverà loro il futuro solo Dio lo sa. Però l’importante è che lo facciano con la voglia e la determinazione giusta. Per questo va detto grazie soprattutto ai genitori che hanno la forza di seguirli”.

IL CALCIO INTEGRATO

Molto toccante anche il saluto che i tifosi e i fans hanno voluto leggere al giocatore ma soprattutto all’uomo Totti in una fase difficile della sua vita, quella di abbandonare il gioco per il quale è nato e cresciuto. Dopo le foto di rito e quando Francesco Totti si è allontanato, è stato permesso ai genitori di entrare in campo e di giocare con i figli. Un altro momento molto sentito è stato un ragazzo disabile ha ringraziato dal microfono la società sportiva, i dirigenti e gli allenatori per la chance che offre ai diversamenti abili.  La Totti Soccer School, infatti, è impegnata nel progetto di Calcio integrato, nato con l’obiettivo di accogliere il desiderio di ragazzi con Disabilità Intellettiva che desiderano giocare a calcio. Si tratta di una offerta educativa che ha come proposito la cura della globalità della persona; il bambino al centro visto nella sua interezza di crescita fisica, motoria, emotiva, intellettiva e sociale.

Commenta questo post

CONDIVIDI
Articolo precedenteOstia, Dino e Oddo Petrini ricordati con il premio per la laurea in Infermieristica
Prossimo articoloMacchia mediterranea: una bomba ecologica sulla Litoranea (IL VIDEO)
Giulio Mancini
Giornalista professionista, sportivo, appassionato di cinema, viaggi, architettura e lettura, è iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1983. E’ padre di Simone. Ha collaborato a Radio Luna e scritto per L’Occhio di Maurizio Costanzo, Gente Viaggi, Il Tempo, Il Messaggero. Tra le esperienze televisive quella di collaboratore della trasmissione “Il coraggio di vivere” di Rai 2. Conoscitore della storia del Litorale romano, ha scritto e pubblicato dodici volumi alcuni dei quali in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali. Esperto di brand journalism.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome