Buche, a Ostia sono Catacombe: la denuncia satirica di Pasquino

I residenti stanchi dell’emergenza si appellano alla voce popolare di Pasquino. Nuove voragini in piazza Duca di Genova e sul lungomare

Buche sulle strade del litorale romano, adesso la denuncia si fa in rima. Mentre il manto stradale continua a sprofondare, c’è chi in nome di Pasquino sbeffeggia l’amministrazione che non interviene per le riparazioni.

DA ALEMANNO A RAGGI

La prima denuncia in rima ha fatto la sua apparizione nella voragine “storica” che campeggia all’angolo tra via Costanzo Casana e via Antonio Zotti, a Ostia. Un buontempone arrabbiato quanto basta per una situazione incancrenita e pericolosa, ha tirato giù un breve sonetto e lo ha stampato su uno striscione. “… da Alemanno a Raggi passando pe Marino/avete risvejato pure Pasquino/V’hanno votato e mo sto buco s’è allargato/ Cantastorie e menestrelli/sulla pelle dei cittadini ve fate belli” è il testo che fiancheggia due immagini, la prima della statua parlante di piazza di Pasquino e l’altra un disegno satirico su “Le catacombe di Ostia”. Ovviamente la storia sta rimbalzando sui social network. “Siete tutti invitati all’apertura della seconda ala sotterranea delle ormai note Catacombe di Ostia: entrata gratuita per chi ha la residenza a Roma” ironizza Simone sulla sua bacheca.

LA RISPOSTA DI GIULIANA DI PILLO

A proposito delle voragini di via Zotti, via Casana, via Zambrini e via Corrado Del Greco, la delegata della sindaca per il Litorale, Giuliana Di Pillo ha pubblicato sul suo profilo facebook gli aggiornamenti della situazione al 13 giugno. “Questa mattina – scrive – ho convocato un tavolo tecnico a cui hanno preso parte Acea Ato 2, la Direzione Tecnica del Municipio e gli Amministratori dei condomini delle zone che insistono sulle voragini di Via Zotti, Casana e dintorni per fare il punto relativamente alla nota situazione che affligge gli abitanti di quell’area. Fino a questo momento Acea, che tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017 ha cominciato a collaborare con il Simu, ha effettuato una serie di videoispezioni al fine di poter risalire alle cause degli ammaloramenti della rete fognaria. I problemi emersi sono risultati più gravi di quelli ipotizzati e richiedono approfondimenti delle indagini anche con raccolta di documentazioni che possano chiarire ulteriormente il funzionamento dell’intera rete.  La situazione è più grave del previsto perché in alcuni punti le videoispezioni non sono riuscite a farle a causa della profondità della condottura e dell’ intasamento della stessa, inoltre i danni sono ingenti. Quindi è più complesso trovare la soluzione. Ma questo non significa che non ci stiamo lavorando. A tal fine gli amministratori dei condomini si sono messi a disposizione per fornire le carte in loro possesso e accelerare quindi la progettazione dei futuri interventi. Ho chiesto alla Presidente della Commissione Lavori Pubblici, Alessandra Agnello, di verificare la presenza presso il Simu di ulteriore documentazione utile allo scopo e alla direzione tecnica del Municipio di muoversi con il Simu affinchè si possa mettere in maggior sicurezza l’area delle voragini con transenne migliori delle attuali. I tavoli tecnici proseguiranno e la collaborazione con gli amministratori dei condomini sarà anche utile ai cittadini della zona per avere maggiori informazioni sullo stato dello studio per il progetto. C’è tutta la volontà, da parte dell’amministrazione, di intervenire il prima possibile per risolvere il problema in maniera definitiva”.

APPALTI, ANCORA DA ATTENDERE

L’enorme voragine apertasi in piazza Duca di Genova

Intanto Ostia continua a sprofondare. Dopo il caso della pattuglia di vigili che ha presidiato per dieci ore una voragine ad Acilia, un nuovo transennamento è comparso in piazza Duca di Genova, proprio al centro della carreggiata, rendendo problematica e rischiosa la circolazione di auto e moto. I bus delle tre linee di Tpl che transitano in quel punto, faticano a passare nella strettoia che si è creata. E sabato l’Ufficio Tecnico è intervenuto a circoscrivere un altro pezzo di strada ammalorato su lungomare Paolo Toscanelli, proprio davanti al Village, nel giorno dell’inaugurazione.

La buca transennata sul lungomare, davanti al Village

Sui ritardi dell’appalto da 1,1 milioni di euro del X Municipio, annunciato come imminente anche dalla sindaca Virginia Raggi e previsto per il 2 maggio, Giuliana Di Pillo nel corso della trasmissione “Che Roma è” di ÈliveromaTv del 14 giugno ha dichiarato che “ci dobbiamo attenere al nuovo codice degli appalti di Cantone ci sono tempistiche e procedure complesse per assegnare le gare: siamo nella fase risolutiva ovvero nella parte finale che comprende la consegna dei certificati antimafia, aspettare i tempi dei ricorsi ecc. azzardiamo l’ipotesi che questo appalto partirà a metà luglio”. “Il Municipio – ha concluso Di Pillo – sta preparando un altro appalto di altri 650mila euro per la manutenzione stradale ordinaria più 750 mila euro di lavori straordinari e anche lì si stanno preparando gli atti”.

Commenta questo post

- Annuncio -
CONDIVIDI
Articolo precedenteFiamme nella pineta di Castelfusano: due elicotteri impegnati
Prossimo articoloOstia, si tuffa in mare dopo una birra: bagnante stroncato da un malore
Giulio Mancini
Giornalista professionista, sportivo, appassionato di cinema, viaggi, architettura e lettura, è iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1983. E’ padre di Simone. Ha collaborato a Radio Luna e scritto per L’Occhio di Maurizio Costanzo, Gente Viaggi, Il Tempo, Il Messaggero. Tra le esperienze televisive quella di collaboratore della trasmissione “Il coraggio di vivere” di Rai 2. Conoscitore della storia del Litorale romano, ha scritto e pubblicato dodici volumi alcuni dei quali in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali. Esperto di brand journalism.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome