Elezioni X Municipio, don Franco De Donno abbandona la chiesa e si candida

Comunicato durante la messa che don Franco De Donno lascerà Santa Monica dopo esserne stato viceparroco per 36 anni

Don Franco De Donno è pronto per le elezioni del X Municipio. Ieri mattina, alla messa delle ore 10,00, il parroco di Santa Monica, don Giovanni Falbo, ha annunciato ai fedeli che don Franco lascia la chiesa dove è stato viceparroco per 36 anni. L’annuncio, fatto alla presenza dell’interessato, è stato accolto con commozione e anche con uno scroscio di applausi dalle persone che seguivano la celebrazione.

L’ANNUNCIO DURANTE LA MESSA

E’ stato un momento di profonda partecipazione alla scelta sofferta di un uomo che ha dato tutto sé stesso alla parrocchia ed ai suoi fedeli, quello vissuto domenica 20 agosto alla messa del mattino nella chiesa di Santa Monica. Don Franco De Donno lascia la Chiesa per prepararsi all’impegno politico che lo vedrà candidato presidente alle prossime elezioni del X Municipio. La Curia romana era stata chiara: nessuna autorizzazione per svolgere contemporaneamente missione pastorale e impegno amministrativo. O l’una o l’altro. Lo prevede il Diritto Canonico.

Don Franco De Donno

A dare l’annuncio è stato il suo “superiore” ovvero il parroco di Santa Monica, don Giovanni Falbo che sul suo profilo social ha poi ribadito ufficialmente la presa d’atto dell’evento. “Il 27 agosto, alle ore 19,00 – segnala don Giovanni – ci sarà a S. Monica la solenne concelebrazione animata dalla Corale per la festa patronale: festeggeremo i miei 40 anni di Parroco con l’uscita di questo libro di ricordi e riflessioni che sarà offerto ai parrocchiani con lo sconto del 50% e presentato domenica 8 ottobre alle 19,00, e saluteremo Don Franco, che lascia la parrocchia in cui è stato viceparroco per 36 anni”.

Non è stato chiarito ancora se la scelta comporterà la dismissione definitiva della tonaca o se la Curia concederà una “sospensione a divinis” ovvero una temporanea censura, parziale o totale, per la quale, alla cessazione dalla carica politico-amministrativa, la sospensione sarà revocata. In questa ultima ipotesi don Franco tornerebbe al suo Ministero nel momento in cui rinuncerà al suo ruolo politico. Irraggiungibile, al momento, il diretto interessato per ottenere un chiarimento e i dettagli del suo progetto politico.

IL PROGRAMMA POLITICO

In ogni caso, anche per don Franco De Donno, 71 anni, insegnante di Religione, e per il suo Laboratorio civico X, movimento giovanile che supporta la sua azione politica, è tempo di campagna elettorale. L’assetto politico è tutto da definirsi: per ora si ritiene che sarà a capo di una o più liste civiche come candidato presidente.

Giustizia sociale, lotta all’illegalità, inclusione, sostegno, cooperazione, cittadinanza attiva, politiche giovanili sono i punti cardine del programma anche se è la storia personale di don Franco a riferire su quali fronti si batterà. De Donno, infatti, è direttore della Caritas diocesiana (mensa dei poveri, piano freddo), animatore del gruppo “Alternativa sociale” (sostegno ai senza fissa dimora, politiche giovanili, lotta allo sfruttamento della prostituzione), ispiratore del progetto “Ostia per l’Africa” (due scuole e diversi pozzi realizzati nella regione del Malawi), catalizzatore del gruppo “Centro per la vita” e dello “Sportello antiusura” di Ostia.

Commenta questo post

1 commento

  1. Finalmente una persona valida e conosciuta per l’impegno sociale e religioso nel nostro territorio : lo sosterrò sicuramente e spero che riesca ad avere i consensi sufficienti per portare avanti il suo programma.
    Auguri Franco De Donno e avanti per cambiare !

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome