Elezioni X Municipio, fatti e misfatti dei nove candidati presidente

Il prete, il giornalista, l’insegnante, l’imprenditore, l’informatico, l’infermiere, l'avvocato e il politico di professione: ecco il profilo dei candidati presidenti

Chi sono i candidati presidente che il 5 novembre concorreranno per la guida del X Municipio? Molti non sanno che il 5 novembre, dopo 31 mesi di assenza di un’amministrazione democraticamente eletta, gli aventi diritto al voto potranno indicare i propri rappresentanti al Palazzo del Governatorato. E, ancor meno, conoscono chi sono gli aspiranti mini-sindaci di un territorio che conta oltre 230mila residenti ed è grande come una media provincia italiana, ben 150 km quadrati.

Ecco allora il profilo di ogni singolo candidato e delle liste che rappresenta. Con loro ci sono 372 candidati consiglieri a correre, suddivisi in 16 liste. I candidati presidenti con le rispettive liste di riferimento sono: Eugenio Bellomo per Sinistra Unita, Andrea Bozzi per Lista civica Ora e Lista civica Un sogno comune (autonomia), Franco De Donno per Laboratorio Civico, Athos De Luca per il Pd, Giuliana Di Pillo per il Movimento 5 Stelle, Giovanni Fiori per il Popolo della Famiglia, Marco Lombardi per Noi del X Municipio, Luca Marsella per CasaPound, Cittadini per il X Municipio e Assotutela (destra), Monica Picca per Fratelli d’Italia, Forza Italia, Liberi, Noi con Salvini e Picca presidente (centrodestra).

I CANDIDATI PRESIDENTI

Tra i nove candidati alla Presidenza del X Municipio, tre sono quelli che si affacciano per la prima volta al mondo della politica: Andrea Bozzi, Franco De Donno e Marco Lombardi. Gli altri o hanno avuto già esperienze di amministrazione pubblica o hanno partecipato ad altre elezioni.

Eugenio Bellomo

Eugenio Bellomo (videointervista), 61 anni, originario di Caltanissetta, infermiere presso il “Grassi”, a lungo coordinatore Cgil della Asl costiera, già capogruppo X Municipio per “Sinistra ecologia e libertà”, faceva parte della maggioranza sotto la gestione Tassone. Bellomo è il portabandiera della “scissione” che si è consumata nella sinistra sul litorale romano. Con lui sono schierati gli ortodossi dell’area mentre altrettanti esponenti locali di sinistra concorrono con De Donno.

Andrea Bozzi

Andrea Bozzi (videointervista), 48 anni, giornalista professionista, nato a Ostia, sposato e padre di un bimbo, è all’esordio in politica. Direttore del mensile “Ostia In”, conduttore televisivo prima per “RomaUno”, la televisione fondata del ras dei rifiuti Manlio Cerroni, poi per “Élive Roma”, si dichiara lontano dai partiti e, infatti, la sua proposta si basa sul potenziamento del decentramento amministrativo da Roma in attesa della piena autonomia come comune indipendente. A lui guarda con attenzione la ministra della Salute, Beatrice Lorenzin, originaria di Acilia. E’ stato uno degli animatori del movimento cittadino “Basta commissariamento” contro l’ignobile sospensione della democrazia durata due anni per la causa di infiltrazioni criminali nell’amministrazione del litorale.

Franco De Donno

Franco De Donno (videointervista),  71 anni, laureato in Pedagogia, ex professore al liceo scientifico “Labriola” è, soprattutto, un ex religioso: da poco più di due mesi (il 20 agosto) ha abbandonato gli abiti talari per questa avventura in politica. E’ stato per 29 anni il viceparroco della chiesa di Santa Monica. L’esperienza nel sociale come direttore della Caritas, come artefice dello sportello anti-usura e del Centro della Vita oltre che come animatore di gruppi sociali giovanili, pone il tema dell’impegno verso i poveri e i diseredati al primo punto del suo programma. In passato ha condotto battaglie contro lo sgombero delle baracche nella pineta delle Acque Rosse e dell’ex colonia Vittorio Emanuele III.

Athos De Luca

Athos De Luca (videointervista), 70 anni, originario di Siena, fratello del compianto Aldo (giornalista de Il Messaggero ricordato per le interpretazioni di Occhetto al Bagaglino), è un politico di lungo corso. Negli anni Ottanta è stato combattivo assessore provinciale all’Ambiente. Il 20 novembre 1992, da consigliere comunale di Roma, fu vittima di una gambizzazione rimasta impunita: un uomo gli sparò in strada colpendolo ad un polpaccio in via Macerata. Nel 1996 è stato eletto senatore nelle file dell’Ulivo. Dal 2008 al 2015 è stato consigliere comunale di Roma: è uno dei firmatari del Pd per le dimissioni del sindaco Ignazio Marino. A giugno scorso è stato condannato a 8 mesi di reclusione per danneggiamento: a luglio 2012 rimosse un cartellone risultato abusivo in circonvallazione Gianicolense, a Roma. Ha l’oneroso compito di tamponare l’emorragia di voti prevedibile dopo lo scandalo di Mafia Capitale e la condanna dell’ex presidente Pd del Municipio di Ostia.

Giuliana Di Pillo

Giuliana Di Pillo (videointervista), 55 anni, cresciuta sui campi di basket delle “Stelle Marine”, diplomata Isef è insegnante di sostegno. Per il Movimento 5 Stelle è stata consigliere d’opposizione nella gestione Tassone del X Municipio. Nell’ultimo anno di commissariamento straordinario, ha ricoperto il ruolo (contestato perché considerato tecnico e quindi retribuito con 40mila euro lorde) di Delegata della sindaca Raggi per i Municipi, assistendo il Commissario Domenico Vulpiani nel governo del Litorale romano.

Giovanni Fiori

Giovanni Fiori (videointervista), 53 anni, ostiense doc, sposato con due figli, ex ufficiale dell’Aeronautica, titolare di un’agenzia immobiliare, è il candidato presidente per il movimento “Popolo della Famiglia” (slogan “No gender nelle scuole”) di Mario Adinolfi. Candidato alle elezioni comunali di Roma nel 2016, ha raccolto 43 preferenze.

Marco Lombardi (videointervista), 56 anni, avvocato, sposato e padre di tre figli, è il candidato presidente della lista civica “Noi del X Municipio” animata da ex socialisti che hanno raccolto l’invito di Bobo Craxi a unire esponenti della società civile con l’obiettivo del bene comune, senza simboli né bandiere.

Marco Lombardi

Lombardi è il coraggioso professionista che più di altri si è battuto per evitare la chiusura a Ostia del Tribunale, facendo costosi ricorsi legali e alcuni giorni di sciopero della fame (settembre 2013), e del Giudice di Pace, riuscendo in quest’ultimo obiettivo ad ottenere una deroga speciale per il litorale romano.

Luca Marsella

Luca Marsella (videointervista), 32 anni, fresco papà di un bambino, unito a Carlotta Chiaraluce, della storica famiglia pioniera di Ostia, lui stesso nato e cresciuto al Lido, è il responsabile di CasaPound Italia sul litorale romano. Diploma scientifico e master in corsi di grafica ed informatica, lavora in questo settore con contratti da precario. Per lui non è una prima candidatura:  nel 2013 da aspirante presidente del X Municipio per la lista di CasaPound Italia ha ottenuto 1100 preferenze. E alle elezioni comunali del 2016 CasaPound Italia nel municipio di Ostia ha raddoppiato i voti ottenendo il 2%.

Monica Picca

Monica Picca (videointervista), 46 anni, mamma di un ragazzo, laureata in Lettere, è insegnante dal 1996. La sua cattedra è presso l’istituto alberghiero “Paolo Baffi” di Fiumicino. Figlia del noto scultore Alessandro Romano, ha la passione viscerale per la politica che porta avanti in simbiosi con Giorgia Meloni e la sua compagine di Fratelli d’Italia. Nel passato amministrativo, annovera la vicepresidenza della Commissione Cultura del X Municipio. Ha tentato l’elezione al Consiglio Comunale nell’ultima tornata schierandosi nelle fila di Fratelli d’Italia conseguendo 1.627 preferenze.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome