Elezioni X Municipio, Luca Marsella: “Nel nostro programma prima i bisogni degli italiani” (VIDEO)

Tre liste per il candidato presidente Luca Marsella: CasaPound, civica Cittadini per il X Municipio e Assotutela. Al primo punto lo sgombero dell’ex colonia e delle baraccopoli

Luca Marsella, candidato presidente del X Municipio per il blocco di destra, non nasconde la sua ambizione: amministrare l’ente locale per ribadire il ruolo di “sindacato del popolo” e dei quartieri più popolari. Anche se le liste che ne sostengono la candidatura (CasaPound, civica Cittadini per il X Municipio e Assotutela) presentano esponenti di un po’ tutti i ceti sociali ed economici.

Luca Marsella, 32 anni, fresco papà di Cesare, unito a Carlotta Chiaraluce, della storica famiglia pioniera di Ostia, lui stesso nato e cresciuto al Lido, è il responsabile di CasaPound Italia per il litorale romano. Diploma scientifico e master in corsi di grafica ed informatica, lavora in questo settore con contratti a termine. Ha iniziato l’attività politica da giovanissimo, già a 15 anni tra le aule del liceo scientifico “Enriques” e per lui non è il primo test da candidato:  nel 2013, da aspirante presidente del X Municipio per CasaPound, ha ottenuto 1100 preferenze. E alle elezioni comunali del 2016 CasaPound Italia nel municipio di Ostia ha raddoppiato i voti ottenendo il 2%.

Ed è da quei risultati che Marsella è partito per puntare allo scranno più alto del Palazzo del Governatorato di Ostia. “Siamo pronti per amministrare questo territorio e per rappresentare le fasce sociali più deboli – segnala nella videointervista (montaggio di Elisa Palchetti) – La vecchia politica ha fatto il suo tempo e noi siamo gli unici a svolgere un’azione sociale e ad entrare nei quartieri dove gli altri partiti mancano da almeno venti anni. Come volontari aiutiamo le famiglie in difficoltà ma il principio che ci anima è quello di sostenere gli italiani. Pensiamo che lo Stato dovrebbe comportarsi come un padre ovvero pensare prima ai propri figli e poi al resto. Ma non siamo una destra sociale disattenta a quelli che sono i bisogni di una città con la vocazione turistica, come la nostra. Per questo motivo abbiamo seguìto anche tra commercianti, imprenditori e professionisti”.

Qualcuno vede nella politica di CasaPound ispirata al fascismo, un’anacronistica nostalgia distante dalla realtà storica ma Marsella non è d’accordo. “Il fascismo per noi è un punto di riferimento, una radice storica – spiega – Altra cosa è l’amministrazione di un territorio: non vogliamo riabilitare o ripristinare il fascismo ma risolvere i problemi della gente con un’ottica di attualità”.

C’è chi considera il voto di CasaPound sfavorito nella corsa all’elezione del presidente e quindi un elemento di debolezza del Centrodestra nella competizione con il M5S favorito dai sondaggi. In caso di ballottaggio, come si schiereranno Marsella e le liste collegate? “In caso di ballottaggio non faremo apparentamenti, né nel caso fossimo noi ad andare al secondo turno né nell’altro caso – risponde il leader di CasaPound – Non appoggeremo nessuno e non chiederemo appoggi a nessuno”.

I candidati di CasaPound – Carlotta Chiaraluce, Alessandro Aguzzetti, Andrea Cincotta, David Zambrini, Valerio Grimaudo, Claudio Palmulli, Francesca Graziosi, Fabrizio Manico, Stefano De Nicola, Giuseppe Picchietti, Rodolfo Anastasi, Danilo Cipressi, Cristina Gauri, Lavinia Laurenti, Giorgio Evangelista, Andrea Prevosto, Sara Pellegrini, Manuel Di Bari, Stefano Sette, Marta Diamanti, Giorgio Zucchi, Cristina Maione, Simone Persico, Rebecca Proietti.

I candidati della lista civica Cittadini per il X Municipio – Marcello Rondinella,  Paolo Ballin, Riccardo Bellucci, Salvatore Carlo Bisesti, Priscilla Butini, Fabrizio Camba, Lorenzo Carabelli, Riccardo Cerioni, Husni Fuad, Giorgia Mitrano, Roberto Grande, Bruna Malaschini, Angelica Mancoletti, Massimo Melis, Gaia Panella, Moira Passaro, Mario Porrini, Bruno Rosati, Francesco Ruggiero, Maria Pia Tozzi, Andrea Vani, Maria Teresa Vennero, Stefania Giallatini.

I candidati di Assotutela – Cinzia Bonfantini, Manuel Baroni, Antonio Bonfitto, Mauro Carfagna, Davide Colavecchi, Sergio Falascà, Iwona Anna Kilma, Mirko Maggini, Jacopo Mancino, Andrea Giovanni Marcocci Palmiotto, Ilaria Meringola, Marilena Papi,Tiziana Pinci, Massimiliano Poma, Enrica Rocchetti, Antonio Enrico Rubino, Consuelo Sciarrone, Valerio Trovalusci, Marco Ursi.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome