“Io, il judo e il bullo”: a Ostia arti marziali e scuole contro il bullismo

Venerdì 27 ottobre studenti al Palafijlkam di Castelfusano per imparare la forza del judo e delle arti marziali nel tenere a bada i bulli

La forza della sicurezza in sé, della “pazienza” e del coraggio, doti forgiate dalle arti marziali, come scudo per evitare le provocazioni dei bulli e sconfiggere le prepotenze, fuori e dentro scuola.

E’ il senso di “Io, il judo e il bullo”, originale iniziativa che vede il mondo delle arti marziali mobilitarsi contro le moderne forme del bullismo. L’evento, fissato per la mattina del 27 ottobre, inizio ore 9,00, presso il centro olimpico “Palafijlkam Matteo Pellicone” di Castelfusano, a Ostia, nasce da una collaborazione tra Fijlkam (Federazione di judo, lotta, karate e arti marziali), assessorati allo Sport e alla Scuola di Roma Capitale e Miur, con la partnership dell’Osservatorio nazionale contro il bullismo e il doping.

Nella struttura del Palafijlkam gli atleti della nazionale e alcuni olimpionici dialogheranno con i ragazzi di varie scuole medie romane per raccontare episodi personali e sportivi che avranno proprio il coraggio come protagonista. Gli studenti potranno intervistare direttamente i campioni, che racconteranno le proprie esperienze di vita.

A coordinare l’evento sarà il generale Gianni Gola, presidente dell’Osservatorio nazionale contro il bullismo nonché grande animatore dello sport prima con le Fiamme Gialle poi come responsabile europeo sport militari, che sarà affiancato da Felice Mariani, ex dt azzurro nonché medaglia olimpica a Montreal ’76. Già annunciata la presenza anche di Matteo Marconcini oltre a Frank Chamizo per la lotta e di Luigi Busà per il karate. “Il judo nella sua genesi e nella sua essenza di disciplina sportiva può essere uno strumento cruciale da utilizzare per un contrasto originale al fenomeno del bullismo -dice il presidente Fijlkam, Domenico Falcone – È per questo che abbiamo ritenuto utile non solo ospitare l’evento, ma mettere a disposizione delle scuole l’esperienza dei nostri atleti, dei tecnici e dei maestri di judo per un seminario che si svolgerà successivamente alla giornata del 27 e che coinvolgerà gli insegnanti delle scuole romane interessate“.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome