Lo stile innanzitutto e pochi colpi: ecco la boxe competition

Esplode la passione per una nuova disciplina nel mondo della boxe. Sabato 8 luglio match dimostrativi al The Village di Acilia

Pochi colpi, niente violenza ma solo il piacere di fare a pugni con stile. E’ questa la filosofia della boxe competition, una nuova disciplina in grande ascesa che sabato 8 luglio sbarca sul litorale romano.

LE REGOLE DEL COMBATTIMENTO

L’8 luglio, a partire dalle ore 17, presso il The Village, in via Camillo D’Albino a San Francesco di Acilia, sarà possibile assistere a incontri di Boxe Competition. Si tratta di una disciplina in forte ascesa (se cercate su youtube si apre un mondo) che trova un largo consenso in tutti quegli appassionati, donne e uomini dai 13 anni in su, che non vogliono o non possono intraprendere l’attività agonistica, pur volendosi cimentare in una preparazione fisica propedeutica al combattimento. Attraverso la Boxe Competition è possibile raggiungere in breve tempo un’apprezzabile preparazione fisica ed apprendere tecniche di pugilato. La preparazione degli amatori è del tutto simile a quella degli atleti agonisti. La Boxe Competition è una disciplina coinvolgente a qualunque età dove il combattimento diviene sinonimo di divertimento in piena sicurezza, una disciplina amatoriale della Federazione Pugilistica Italiana che sfata vecchi stereotipi e leggende metropolitane che circondano gli ambienti del pugilato.

Molte donne e tanti bambini tra i praticanti della boxe competition

Gli atleti si dividono in categorie di età e di peso. Età: Junior 13 – 20 anni / Senior 21 – 40 anni / Master 41 in poi. Per gli atleti Junior nelle competizioni la differenza di età non deve superare i tre anni. Possono competere atleti Junior con Senior qualora la differenza di età non superi i tre anni e atleti Senior con Master qualora la differenza di età non superi i 5 anni. Peso: -45 -50 -55 -60 -65 -70 -75 -80 -85 +90. Possono competere atleti di diverse categorie di peso qualora la differenza di peso non superi i 5 Kg. La competizione si disputa sulla distanza di 3 riprese da 2’00”. A discrezione dell’organizzazione la gara si può disputare sulla distanza di 2 riprese da 1’30”.
Ogni singola azione prevede un punteggio che diviene valido ai fini del verdetto qualora in combinazione con un’altra azione. Non determinano alcun punteggio più azioni in combinazione che non contengano il pugno singolo o la serie di pugni. Il punteggio massimo per una combinazione di azioni è di tre punti. Sono considerate idonee alla determinazione del punteggio le azioni che vengano effettuate in un contesto tecnico tattico reale ad una distanza che permetta il controllo dei colpi e nello stesso tempo renda l’idea del combattimento.

I BENEFICI DELLA BOXE COMPETITION

Attraverso questa disciplina è possibile rinforzare le ossa, riducendo i rischi di osteoporosi, mantenere allenato il cuore (limitando il rischio di angina ed infarto), aiutare ad abbassare la pressione del sangue, ridurre i livelli di colesterolo, combattere dolori, rigidità muscolare rassodando i muscoli e favorire il sonno senza l’uso di psicofarmaci. I tornei, come quello che si terrà a San Francesco di Acilia, sono sempre un giorno di festa per gli atleti e le loro famiglie in cui è possibile apprezzare la “nobile arte della difesa“. Il primo classificato porterà a casa la cintura, simbolo della prima regola che da sempre nella storia della boxe vieta i colpi sotto la cintura. Al secondo classificato una medaglia.

E per gli spettatori la scoperta non solo di cosa si nasconda dietro un paradenti, un paio di calzoncini, due guantoni e due cuori che si battono per dimostrare chi è il più forte, ma alle 20 sarà possibile assistere all’incontro professionisti del beniamino di San Francesco D’Acilia, Giovanni Tagliola, che punta alla scalata del titolo italiano dei pesi piuma oltre che a 10 match dilettanti.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome