Mondiali Master judo, a Olbia il lidense Scognamiglio trionfa nonostante un grave infortunio

Atleti e accompagnatori hanno raggiunto Olbia provenienti da 67 nazioni per contendersi il titolo mondiale nelle varie categorie

 

Un grave infortunio solo dieci giorni fa (frattura scomposta di un dito del piede) eppure il lidense Carlo Scognamiglio ha voluto partecipare a tutti i costi fino a raggiungere l’impresa, un secondo posto, un argento che ha il sapore dell’oro.

Si sono svolti in questi giorni i mondiali Master di judo ad Olbia.

“Non avrei dovuto partecipare ma alla fine contro il parere dei medici,facendo un’infiltrazione, ho deciso di provare, ed è andata bene” racconta al Quotidiano del Litorale Scognamiglio, il judoka professionista dal 1994-95 che non è certo nuovo a queste imprese: anche l’anno scorso salì sul secondo gradino del podio in quel di Miami.

“Ringrazio tutti coloro che mi hanno sostenuto e mi sono stati vicini. Ringrazio Fabrizio Spadoni sponsor con l’A-TEAM e il mio amico chef Raimondo Pelliccia di Sapori e Sorrisi, che mi ha accompagnato e mi è stato molto vicino durante la gara” ha detto a fine gara.

Scognamiglio ha combattuto nell’ordine con un atleta Polacco e un atleta Francese, per raggiungere poi la semifinale combattendo contro un Brasiliano. Finale persa invece con un Georgiano.

Atleti e accompagnatori hanno raggiunto Olbia provenienti da 67 nazioni per contendersi il titolo mondiale nelle varie categorie: il clima che si è respirato al Geovillage è stato simile a quello di un’Olimpiade.

 

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome