Ostia, arriva il Don Giovanni: opera lirica in piazza. Ingresso gratuito

Il 29 giugno il parcheggio della biblioteca “Elsa Morante” nell’ex colonia ospita l’OperaCamion. Il Don Giovanni di Mozart rappresentato dal Teatro dell’Opera

Saranno le facciate dell’ex colonia Vittorio Emanuele III a fare da scenario naturale al “Don Giovanni” dell’OperaCamion che il 29 giugno farà tappa a Ostia. Un fondale monumentale in larga parte reso malconcio dall’occupazione abusiva: si spera solo che per quella magica serata venga risparmiato agli ospiti lo spettacolo dei panni stesi ad asciugare. Dopo il parere negativo del Commissariato Lido di Polizia, l’OperaCamion dovrebbe spostarsi in piazza Anco Marzio, sempre il 29 giugno, e, invece, alla fine, si farà IN QUESTA LOCATION di Ostia.

LO SFONDO MONUMENTALE

Torna a Ostia, dopo la felice esperienza del “Figaro!” rappresentato il 21 luglio dell’estate 2016 in piazza Anco Marzio (a fine articolo il VIDEO girato da Simone Dilaghi), l’iniziativa degli spettacoli lirici itineranti varata dal Teatro dell’Opera di Roma. OperaCamion è una meritevole operazione di divulgazione della passione della musica lirica che, attraverso un truck perfettamente organizzato, porta nelle periferie uno spettacolo di pregio. Il calendario quest’anno propone il “Don Giovanni” di Mozart: dopo la «prima» di martedì 27 giugno a San Basilio (parco Giulietto Minna) lo spettacolo verrà replicato, sempre alle ore 21, giovedì 29 giugno ad Ostia. L’area prescelta per la sosta del truck e per la rappresentazione è quella del parcheggio antistante la biblioteca “Elsa Morante” in via Adolfo Cozza, alle spalle del Teatro del Lido.

Lo sfondo monumentale, in stile ospedaliero-sanatoriale, è destinato decisamente a conferire solennità alla rappresentazione. Purtroppo l’ala occupata da senzatetto, si presenta piuttosto malconcia e c’è da augurarsi che per l’occasione si abbia la decenza di evitare i panni stesi e altri spettacoli poco consoni. Per motivi di decoro oltre che di sicurezza, però, i responsabili del X Municipio proporranno di spostare la location a piazza Anco Marzio.

IL CAST DEL TEATRO DELL’OPERA

Sabato 1° luglio il “Don Giovanni” dell’OperaCamion sarà a Tor Tre Teste (parcheggio davanti alla chiesa del Dio Padre Misericordioso) e martedì 4 luglio al Tufello, in via Monte Ruggero. Tutti gli spettacoli saranno gratuiti. La versione OperaCamion del “Don Giovanni” sarà curata dal regista Fabio Cherstich, lo stesso dell’edizione del “Figaro!” 2016, con cantanti, attori, tecnici tutti molto giovani, alcuni provenienti dal progetto “Fabbrica” Young Artist Program del Teatro dell’Opera di Roma, e con la partecipazione della Youth Orchestra del Teatro diretta da Carlo Donadio e da Roberto De Maio. I maestri preparatori saranno Alessandro Stefanelli e Edina Bak che realizzeranno anche il continuo in orchestra. Scene, costumi e video saranno a cura di Gianluigi Toccafondo, l’artista che “firma” l’immagine del Teatro dell’Opera di Roma.

Non potevamo non riprendere anche quest’anno il nostro progetto di OperaCamion – dichiara il sovrintendente del Teatro dell’Opera di Roma, Carlo Fuortesdopo il grande successo riscosso dal Figaro! lo scorso anno. L’immagine delle piazze periferiche di Roma gremite di pubblico di ogni età, che forse per la prima volta incontrava l’opera, è rimasta impressa nella memoria di tutti. Crediamo che il lavoro di una istituzione culturale come la nostra non sia riservato a una èlite di spettatori ma a tutti i cittadini”. “È passato un anno dalla prima edizione di Figaro! – spiega il regista Fabio Cherstich – e il viaggio dell’opera in piazza continua con la storia di un altro mito della musica e della letteratura: Don Giovanni. La composizione più conosciuta e rappresentata di Mozart esce dal teatro nella sua forma di OperaCamion e si presenta ridotta ad hoc, pronta a invadere la città con la sua compagnia di cantanti, musicisti, attori e tecnici, abitanti di un camion parco-giochi, il paese dei balocchi del protagonista. Don Giovanni è un distillato di forza prorompente, nella sua storia si mescolano comico e tragico, tensione sovrumana, metafisica del dramma, situazioni comiche e rocambolesche”.

Commenta questo post

CONDIVIDI
Articolo precedenteBeach Volley Tour Lazio, le tappe sul litorale romano
Prossimo articoloOstia, donna investita sulle strisce: proteste di #Vivinstrada Roma
Giulio Mancini
Giornalista professionista, sportivo, appassionato di cinema, viaggi, architettura e lettura, è iscritto all’Ordine dei Giornalisti dal 1983. E’ padre di Simone. Ha collaborato a Radio Luna e scritto per L’Occhio di Maurizio Costanzo, Gente Viaggi, Il Tempo, Il Messaggero. Tra le esperienze televisive quella di collaboratore della trasmissione “Il coraggio di vivere” di Rai 2. Conoscitore della storia del Litorale romano, ha scritto e pubblicato dodici volumi alcuni dei quali in collaborazione con il Ministero per i beni e le attività culturali. Esperto di brand journalism.

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome