Ostia, discarica sul lungomare: stranieri scaricano davanti a tutti e nessuno dice niente (VIDEO)

Stranieri hanno svuotato un appartamento creando una discarica sotto gli occhi anche del proprietario italiano che non ha fiatato

Hanno creato una discarica sul lungomare sotto gli occhi di tutti, pure del proprietario dell’appartamento, un italiano, che non ha avuto nulla da ridire.

E’ successo su lungomare Paolo Toscanelli, a Ostia, all’altezza della spiaggia libera attrezzata ex Faber Beach. Un gruppo di stranieri che vive in via Angiolo Pasqui ha svuotato un appartamento e i mobili che non servivano più li hanno abbandonati nel parcheggio. Indifferenti allo sguardo dei passanti e persino del proprietario di casa, un italiano, che non ha avuto nulla da ridire.

L’inventario dei rifiuti è osceno: un divano letto, alcuni materassi, un paio di vecchie porte, assi di legno marcio e persino quattro pneumatici. Senza l’intervento dell’Ama quella discarica resterà lì chissà quanto e, in ogni caso, i responsabili di questo scempio, resteranno impuniti. Sarebbe bastato chiamare il numero verde 800.867.035 per ottenere il ritiro gratuito a domicilio ma per quegli stranieri, evidentemente, il peso di quella telefonata era insopportabile. Oppure, magari, si sarebbe scoperto che non pagano la tassa sui rifiuti e sono residenti abusivamente. Stranieri accolti in Italia che, con il loro gesto, mostrano disprezzo delle regole di convivenza civile. La stessa noncuranza del proprietario di casa che, per mutua responsabilità, avrebbe dovuto intervenire e non l’ha fatto.

IL TUO QUARTIERE NON E’ UNA DISCARICA

Sono circa 110 le tonnellate di rifiuti urbani ingombranti raccolte oggi, domenica 3 dicembre, nei municipi dispari della Capitale nell’ultimo appuntamento dell’anno con la campagna “Il tuo quartiere non è una discarica”, organizzata da Ama in collaborazione con il TGR Lazio. Tutti i rifiuti raccolti sono stati avviati ai centri di trattamento/recupero. Nei 10 appuntamenti del 2017, sono state complessivamente raccolte oltre 1.400 tonnellate di rifiuti. Sono state 28 le postazioni messe a disposizione dei cittadini, presso le quali è stato possibile consegnare gratuitamente rifiuti ingombranti, “particolari” e RAEE (rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche).

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome