Ostia, evade dai domiciliari per mettere a segno due furti: tradito dal cellulare dimenticato nel negozio derubato

In manette ladro sbadato: ha perso il telefonino in un mobilificio e dopo ha rubato un registratore di cassa da un a frutteria. Era ai domiciliari

Due furti a distanza di una manciata di minuti, nonostante fosse agli arresti domiciliari. A tradirlo la sua sbadataggine: ha smarrito il telefono cellulare nel negozio dove aveva messo a segno un colpo. E la polizia quando è risalito a lui attraverso il numero di telefonino, lo ha bloccato che aveva con sé un registratore di cassa appena portato via da un banco di ortofrutta del mercato Appagliatore.

E’ stato arrestato a Ostia per duplice furto in flagranza e evasione dagli arresti domiciliari C.G. di 31 anni, un italiano, con precedenti per reati contro il patrimonio. Benché fosse agli arresti domiciliari, è entrato in un mobilificio per mettere a segno un furto ma, inavvertitamente, si è lasciato sfuggire dalla tasca dei pantaloni il telefono cellulare. Ed è proprio grazie a questo che, gli agenti del Commissariato Lido intervenuti sul posto, sono risaliti al nome del proprietario

Appostatisi sotto la sua abitazione, lo hanno quindi visto rientrare con, in mano, un voluminoso registratore di cassa. L’apparecchio, è risultato essere di proprietà dell’esercente di un banco di ortofrutta, sito all’interno del mercato comunale di via dell’Appagliatore. L’uomo, bloccato, è stato arrestato per evasione dagli arresti domiciliari e furto aggravato.

Nel processo per direttissima il Giudice ha convalidato l’arresto e ha applicato la misura della custodia cautelare in carcere, considerando che l’uomo, dal mese di settembre sino ad oggi, è stato già arrestato quattro volte per evasione e furto aggravato.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome