Ostia, spot-testata: marcia indietro del X Municipio. La “pubblicità” verrà ritirata

Marcia indietro per il X Municipio che ha deciso di ritirare dalla messa in onda in radio lo spot-testata che tanto ha fatto (e fa) discutere in queste ore.

Questa mattina lo ha annunciato il presidente del parlamentino lidense Giuliana Di Pillo che ieri aveva cercato di sdrammatizzare così: “non avevamo alcuna intenzione di sminuire un episodio gravissimo verificatosi sul nostro territorio, né tanto meno quanto subito dalla vittima dell’aggressione. Piuttosto, ribaltare l’immagine negativa emersa a livello nazionale e mettere in evidenza quanto di buono si sta tentando di fare da parte di questa Amministrazione“.

Ma la polemica è andata avanti. E lo stesso sindaco di Roma Virginia Raggi non era apparsa d’accordo con la scelta dello spot.

Oggi il dietrofront.

“Provvederemo già da questa mattina a ritirare lo spot radiofonico sugli eventi estivi, che veniva trasmesso sulla metropolitana di Roma”. Così in una nota la Presidente del X Municipio Giuliana Di Pillo.

“Non era minimamente nelle nostre intenzioni ledere l’immagine del nostro territorio, in quanto è sotto gli occhi di tutti l’impegno di questa amministrazione nel rivalutarlo – aggiunge Di Pillo -. Abbiamo sempre condannato qualsiasi forma di violenza, come del resto abbiamo espresso solidarietà e vicinanza al giornalista di Nemo, Daniele Piervincenzi per il vile gesto di cui è stato vittima, solidarietà e vicinanza che oggi come amministrazione riconfermiamo”.

“Abbiamo a cuore questo territorio e lo dimostriamo giorno per giorno e ci stupisce l’indignazione di quella politica che solleva proteste cavalcando strumentalmente lo spot radiofonico sugli eventi estivi – aggiunge Di Pillo – quando proprio quel tipo di gestione amministrativa negli anni ha portato al Commissariamento del municipio. Facile oggi sedersi in cattedra a dare consigli dopo aver dato il cattivo esempio”.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome