Riaprono le botteghe negli Scavi di Ostia Antica, 18 artigiani spiegheranno le antiche tecniche

L'appuntamento con la prima di otto giornate di rievocazioni, da maggio a ottobre è per domenica 13 maggio dalle 9 alle 18 nel parco archeologico

Daranno vita alla rievocazione dei mestieri di duemila anni fa all’interno delle tabernae originali degli scavi di Ostia Antica per lo spettacolo “OStiensia – Arti e mestieri nell’antica Roma”.

Protagonisti saranno domenica 13 maggio, 18 artigiani che interagiranno con il pubblico dei visitatori: dall’affrescatore al mosaicista, l’orefice, il ceramista, il falegname e il calzolaio.

Dalle 9 alle 18, è la prima di otto giornate di rievocazioni, da maggio a ottobre, ognuna dedicata ad un argomento differente.

Gli artigiani, ospitati nei locali commerciali delle strade residenziali della cittadina imperiale di Ostia, lavorano e spiegano le tecniche antiche per ottenere mosaici e affreschi, gioielli e calzature, tessuti e pellami colorati e tanti altri prodotti artigianali.

Ostia viveva di commercio e di trasformazione dei prodotti provenienti dall’intero Mediterraneo: domenica lo spettacolo, offerto gratuitamente dal Parco archeologico di Ostia Antica in collaborazione con l’associazione culturale Suadela, riporterà in vita l’intensa attività artistica ed artigianale che contribuiva ad alimentre i consumi di una colonia romana abitata da 50mila persone.

Le botteghe saranno proposte all’interno di alcuni ambienti che si affacciano su Via dei Balconi e all’interno del Caseggiato di Diana.

Per ogni bottega è previsto un allestimento con drappi, strumenti e tavoli per lavorare e per esporre i manufatti a scopo divulgativo, mentre i rievocatori, rigorosamente in abiti storici, illustreranno aspetti della vita quotidiana contestualizzati negli spazi di allestimento.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome