Tende sotto i portici del X Municipio: “Case popolari, prima gli italiani”

Ostia, occupazione con tende e sacchi a pelo da parte di cittadini in emergenza alloggiativa e di militanti di CasaPound.

Cittadini in emergenza alloggiativa e CasaPound occupano i portici del Palazzo del Governatorato al X Municipio di Ostia. Chiedono di essere ricevuti dalla Commissione straordinaria per esprimere le loro ragioni in contrapposizione con quelle degli occupanti dell’ex colonia Vittorio Emanuele III per i quali, in vista dello sgombero, l’amministrazione si starebbe prodigando per una soluzione.

Sono una cinquantina le persone che si sono accampate con le tende e i sacchi a pelo sotto i portici di piazza della Stazione Vecchia, controllate a vista dalle forze dell’ordine che hanno già proceduto alla loro identificazione. “Siamo al fianco delle famiglie italiane in emergenza abitativa accampate con le tende sotto al municipio di Ostia – dice Luca Marsella, leader di CasaPound ad Ostia e candidato alla presidenza del X Municipio – Lo siamo idealmente ma anche fisicamente: sono qui con alcuni militanti e supporteremo la protesta fino alla fine”. Il 12 giugno i senzatetto e CasaPound occuparono per le stesse ragioni l’aula “Massimo Di Somma”. “Con loro abbiamo occupato l’aula consiliare – prosegue Marsella – chiedendo un incontro al commissario prefettizio Vulpiani ed al M5S ma in tutta risposta siamo stati sgomberati dalla polizia in tenuta antisommossa. Oggi torniamo a sostenere le famiglie che chiedono il dialogo con le istituzioni“.

L’accampamento con tende e sacchi a pelo sotto i portici del X Municipio

Le famiglie chiedono che gli alloggi popolari siano assegnati prima agli italiani e noi non possiamo non essere con loro – ha aggiunto Carlotta Chiaraluce, portavoce locale di Cpi – in questa e nelle altre richieste. È assurdo che Vulpiani ed il M5S incontrino gli immigrati clandestini occupanti dell’ex colonia Vittorio Emanuele e rifiutino ricorrendo anche alle forze dell’ordine il dialogo con gli italiani“. A tal proposito, dopo il presidio di venerdì 16 sotto il Palazzo del Governatorato di piazza della Stazione Vecchia, una delegazione degli occupanti dell’ex colonia, ha ottenuto l’impegno per QUESTO INCONTRO con la Commissione prefettizia.

Commenta questo post

LASCIA UN COMMENTO

Lascia un commento
Per favore inserisci il tuo nome